La Varia

La Varia è una festa religiosa che si tiene a Palmi, solitamente nell’ultima domenica di Agosto; è un evento molto sentito dagli abitanti di Palmi, che per la sua spettacolarità richiama migliaia di persone da tutta Italia.

Le origini della Varia sono molto antiche, e risalgono al 1500 circa, quando in pieno medioevo, cominciarono a nascere varie feste religiose con le quali il popolo intendeva avvicinarsi sempre a Dio. A questo scopo venivano costruiti delle alte strutture coniche sulla cui cima venivano messe icone, immagini o statue della Madonna o dei Santi e trasportati a spalla dai fedeli. Più le strutture erano alte, e più ci si avvicinava a Dio.
Un tempo nel sud Italia le “Varie” erano molto diffuse, ma oggi sono rimaste solo quella di Messina e di Palmi.

Esattamente, la Varia è un carro di legno di quercia, chiamato “Ccippu”, su cui viene montata una struttura di ferro molto alta che dà alla maestosa struttura una forma conica, alta circa sedici metri e pesante duecento quintali. Essa rappresenta l’assunzione al Cielo della Vergine Maria in corpo ed anima, e viene trasportata in spalla da 200 giovani, chiamati “mbuttatori” e dagli stessi cittadini mediante delle grosse corde trainanti.

Sul CCippu trovano posto vari figuranti: i 12 apostoli, gli angioletti, rappresentati da bambine tra i 7 e gli 11 anni, e perfino il Padreterno, rappresentato da un giovane dall’aspetto forte e robusto. In cima alla Varia sta una bambina eletta dalla popolazione, detta “Animella”, che rappresenta la Vergine assunta in Cielo.

I festeggiamenti della Varia cominciano il 16 agosto, giorno di San Rocco, quando “U Ccippu cala all’arangiara” cioè il carro in legno viene trasportato nel luogo dove gli artigiani costruiranno la Varia e da dove essa partirà con la spettacolare “scasata” nell’ultima domenica di agosto.